Rimani sempre aggiornato su tutti i video, iscriviti al canale!

Best Buy 2016 CONFRONTO

Natale è sempre più vicino, magari state pensando a un regalo last second e non sapete dove sbattere la testa o che smartphone comprare. Ecco un veloce confronto strutturato per fasce di prezzo. Per ogni fascia di prezzo ho preso il telefono che ritengo più rappresentativo. Ovvio che nelle stesse fasce di prezzo ci potrebbero essere prodotti altrettanto validi, ma quelli selezionati saranno un acquisto oculato! E consigliato!

 

FASCIA 150-200 euro:   Xiaomi Redmi 4 pro. E’ un telefono per utenti consapevoli, il che vuole dire capire come installare una rom, sapere la differenza tra rom global, internazionali, xiaomi.eu ecc ecc. Sapere cos’è un bootloader e come si sblocca e, in ultimo, essere consapevoli che l’assistenza non sarà come quella di un brand con una rete italiana ma affidata all’affidabilità del venditore. Ma se impiegherete anche solo una mezza giornata a capire tutto quello spiegato sopra potrete avere grandi soddisfazioni a un piccolo prezzo.

 

FASCIA 200-250 euro: Huawei P9 lite. Mi è piaciuto da subito. Un telefono abbastanza economico ma costruito bene, con un buon display, una buona camera ma, sopratutto, una velocità fantastica! Non fa rimpiangere i fratelli maggiori (ottimi) in molte situazioni.

 

FASCIA 300-400 euro: OnePlus 3t. Ok, costa un filo di più, ma ne vale la pena! Un telefono fulmineo in tutto, affidabile, con una buona autonomia, ottima camera e una reattività invidiabile (e invidiata da molti)

 

FASCIA TOP: Samsung Galaxy S7 (o edge) e iPhone 7. Sono i re di questo 2016. Non che siano i migliori in assoluto, ma, rispettivamente nei loro ambiti e os, sono i più equilibrati. Un equilibrio tra design, autonomia, fotocamera. Tra l’altro S7 sceso tanto di street price.

 

Ma su tutto (e vi consiglio di andare a vedere il video) la considerazione che nell’uso quotidiano ormai i telefoni si equivalgono e la vera differenza la fa la fotocamera. Comparto dove ancora il prezzo fa la differenza. Ok, marginale, non è più come una volta, ma rimane!