Rimani sempre aggiornato su tutti i video, iscriviti al canale!

Una giornata ELETTRICA! Con Nissan LEAF, TESSA GELISIO, LUCA TALOTTA e ME!

Non un test drive vero e proprio, troppi pochi chilometri, ma una prima presa di contatto con un’auto completamente elettrica che monta 40 KwH di batteria, un motore elettrico da 110Kw, la guida a un solo pedale (e-pedal) e con il ProPILOT. L’insieme di assistenti che rende semplice e sicura la guida.
E poi, TRE punti di vista differenti! Il tecnomaniaco (mio), l’ECOcentrico (Tessa Gelisio) e quello del giornalista d’auto più “istituzionale” (Luca Talotta).

PRIME IMPRESSIONI su LEAF

Ma non mi sottraggo dal darvi le prima impressioni da guidatore e passeggero. Prima di tutto da sottolineare il grande passo avanti del design rispetto la versione precedente. Fuori è molto più bella. Dentro anche, ma si respira anche su questa LEAF 2018 un aria di semplicità, di già visto.

Però da dire che il comfort di marcia è elevatissimo. Ottima l’insonorizzazione (perchè se è vero che un’elettrica emette pochissimo rumore, i fruscii, il rotolamento degli pneumatici, gli altri utenti della strada….sono rumori!) e ottimi sia sedili che taratura delle sospensioni. A fuoco per lo spirito della vettura, tendenzialmente morbide, assorbono molto bene ma non rendono la vettura instabile o ondeggiante, anzi! Comportamento stradale sicuro merito anche del baricentro bassissimo dato dalla disposizione sotto al pianale delle batterie. Batterie che si ricaricano fast da una Chademo da 50Kw (80% in 40 minuti) o da una Tipo 2 da “soli” 6.6Kw. In fase di presentazione era comparsa una slide che parlava di un caricatore AC da 10 Kw. Peccato nel listino (optionals compresi) non sia presente. pare che ci sia la possibilità di una versione business equipaggiata con quel caricabatterie….vedremo!

Climatizzazione ottima, così come i sistemi di sicurezza e comfort di guida. ProPILOT tarato molto bene, tiene automaticamente il centro della carreggiata correggendo il volante (ma se si staccano le mani interviene un avviso), la distanza di sicurezza rispetto la vettura che ci precede adeguando la velocità fino all’arresto e ripartenza e il controllo dell’angolo cieco.

Comodo ed efficiente (si recupera tanta energia e si tende a non usare mai i freni meccanici) l’e-pedal. Si dosano i Kw in uscita (accelerazione) ed in entrata (frenata rigenerativa) dalla batteria con un piede (e pedale) solo.

Ottima la capacità di carico, c’è anche un minibagagliaio anteriore, e la visibilità, oltre al sistema infotainment compatibile Android Auto e CarPlay. Peccato per la grafica del sistema (al di fuori dei due sistemi proprietari sopracitati). Vecchio stile. Precisa però l’indicazione dei punti di ricarica. L’audio Bose? Incredibile per precisione.

E l’autonomia? Un solo giro di 150 km non fa statistica, ma, avendo fatto un percorso misto, siamo sul 250 km totali di autonomia. Non abbiamo guidato al risparmio, i 300Km sono a mio parere facilmente raggiungibili…..i 378 dichiarati no.

Insomma un primo contatto positivo. Non vedo l’ora di provarla per qualche giorno….