Rimani sempre aggiornato su tutti i video, iscriviti al canale!

Le PAGELLE del 2017. Da Apple a ZTE passando per Samsung, Xiaomi, Sony..e non solo.

Un grande grazie ad https://www.aukey.com che ci ha fornito i gadget ed ecco, come tradizione di fine anno, le pagelle ai produttori. Rigorosamente in ordine alfabetico:

APPLE: leggo queste pagelle da un iPad pro che con la Pencil ha pochi rivali nel campo dei tablet tanto che quelli Android si sono quasi estinti e i Windows puntano più sui 2 in 1. iPhone 10 è stato il telefono più atteso e chiacchierato, ha prezzi folli e anche qualche lag. Ma è stato subito status. L’8 ha segnato la continuità e, visto l’innalzamento dei prezzi della concorrenza, il suo prezzo non pare nemmeno esagerato….e va benissimo! Praticamente l’iPhone da comprare. E poi da segnalare che quest’anno Apple ha una vera e propria gamma: dall’SE al 10. Dimensioni e prezzi per accontentare un po’ tutti.

VOTO 8

ASUS: una gamma troppo articolata e confusionaria. Stesso nome per prodotti che costano 899 euro (assolutamente troppo) o 199 euro. Aggiornamenti non sempre puntuali.

VOTO 6.5

GOOGLE: E’ finalmente arrivato in Italia ufficialmente il Pixel 2 assieme all’assistente google finalmente nella nostra lingua. Purtroppo è arrivata solo la versione XL e ad un prezzo alto. Ha qualche funzione esclusiva, da usare mi è piaciuto un sacco ma il display ha deluso un po’ tutti. Purtroppo GOOGLE non ha una vera e propria gamma. O XL o XL. O 900 o 900 euro.

VOTO 6,5 per una gamma che non c’è. 9 al sistema operativo.

HONOR: in attesa del View 10, atteso per i primi giorni del 2018 e proposto a un prezzo interessantissimo,…sento odore di aperitivo in sicilia…

Comunque il solito bilancio positivo per il TOP dei cugini “poveri” di Huawei. Che poi poveri per chi? Io direi dal rapporto qualità/prezzo più favorevole! Ma…c’è un ma. I medio base di gamma costano troppo e si sovrappongono alla gamma Huawei. Per esempio 7x a 299 euro. Meglio l’8 a 250!

VOTO 8meno dove il – è per i prezzi dei medi gamma.

HTC: alzi la mano chi si ricorda le specifiche di U ultra. O di U play. Un po’ meglio con U11 che per me è il top cameraphone 2017 ma che non conosce nessuno. U11+ e life non sono arrivati in tempo per la corsa di Natale e le vendite non decollano. E purtroppo senza marketing e senza una vera e propria gamma è difficile. Difficilissimo. Peccato. Ricordo ancora con nostalgia il mitico M7 con tanta nostalgia. HTC si è persa…forse perchè ha perso la Sense di una volta? Peccato.

VOTO 6.5 solo perchè U11 è bellissimo

HUAWEI: si è ripresa a fine anno con il Mate 10 pro. Perchè i P10, normale e plus, non erano riusciti ad entrare nella mia TOP TEN. Asticella del prezzo in costante salita così come l’awareness del brand (tradotto quanto la gente conosce il marchio). Il marketing spinto ha pagato, guardate solo l’enorme affissione qui fuori. Ma i prodotti che vendono a carrettate sono i lite, prodotti che vanno comunque bene. Ai top manca ancora qualcosa per fare premium. Per esempio il design dell’interfaccia, alcuni particolari (esempio la cornicetta nera attorno il display del mate 10 pro). Ok, dettagli. Ma, per prodotti che arrivano a quasi 900 euro, sono i dettagli a fare la differenza.

Ah, a Milano ha aperto il primo experience store Huawei. Fantastico! Mi piacerebbe portarvici tutti per una colazione…chissà. Si possono anche fare i tatuaggi ai cellulari! E imparare il cinese!

VOTO 7 sperando in un ridesign dell’interfaccia

LG: il marchio delle occasioni perse. Due ottimi prodotti in questo 2017. Il G6, piaciuto a tutti ma oscurato dalla presentazione di S8 anche perchè è stato messo in vendita dopo ha comunque un grande senso ai prezzi attuali. E poi V30, un bellissimo smartphone presentato ad agosto ma arrivato ora. A 4 mesi dal lancio, a 2 dalla recensione. Non ci siamo con i tempi. Ma plauso per aver precorso la moda dei 18:9 anche sui medi gamma.

Q6 poteva essere un successone se solo avesse avuto un processore leggermente migliore del 435. Altro aspetto da rivedere? la svalutazione folle. Ma pare che con V30 stiano riuscendo ad arginare.

VOTO 7.5

MOTOROLA: praticamente sono tutti dei best buy. Dal g5 allo z2 play. Qualche erroraccio con i toppissimi (leggi z2 force), ma grande tenacia a continuare a studiare e produrre mods sempre nuovi. L’ultimo è fighissimo: una stampante portatile!

VOTO 8.5 ma che rabbia gli aggiornamenti

NOKIA: il telefono più venduto? il 3310! E questo la dice lunga sull’affezione degli italiani verso questo marchio e questo modello che è stata un po’ la 500 dei cellulari. La prima ha motorizzato gli italiani, il secondo li ha cellularizzati. Ma non è più la Nokia di una volta, i capitali sono cinesi, la dirigenza anche. Prodotti validi ma come ce ne sono tanti. Non hanno una vera e propria identità, una killer features. Ma nel complesso abbastanza bene.

VOTO 6.5 ma basta 3310!

ONEPLUS: dopo il 3 hanno cambiato marcia. 3t netto miglioramento, 5 un prodotto davvero top, 5t un prodotto che segue le mode e si allinea al form factor di moda. Abbiamo avuto modo di parlare a lungo con la dirigenza, l’azienda è giovane, ma anche OnePlus non ha una gamma. Punta tutto su un telefono alla volta, lo fa bene, ma pare vada al traino delle mode. Non innova. Forse non ha ancora la forza sufficiente per investire in ricerca e sviluppo. Comunque prodotti top per rapporto qualità prezzo.

VOTO 7.5 media tra il voto all’azienda e quello al prodotto.

SAMSUNG: un S8 che ha fatto immediatamente invecchiare il design di tutti gli altri telefoni di almeno 5 anni, un note 8 che è ritornato ai vertici per la produttività e una serie A equilibrata. Mix vincente. Peccato che l’attenzione al design abbia fatto un po’ passare in secondo piano l’usabilità dei prodotti. Ma sono sicuro che il 2018 sarà l’anno degli aggiustamenti. Rumor e insider mi han confessato che S9 non avrà un design molto diverso ma….GLI SBLOCCHI!!!! Miglioreranno. Che sia un ESSEICS? Nooooo!

VOTO 8

SONY: incredibile come i giapponesi siano quadrati. Lo vedo nelle auto, lo vedo negli smartphone. E ho detto quadrati non a caso. Il design rimane spigoloso, i contenuti sono di ottima qualità. Dopo uno Z5 non convincente sia il premium che lo xz1 convincono tanto. E poi, assieme a Apple, sono praticamente gli unici a produrre degli smartphone piccoli e potenti.

VOTO 8 e un grande plauso per gli aggiornamenti

XIAOMI: 2017 di prove tecniche di invasione. Come Motorola anche gli Xiaomi sono quasi tutti dei best buy. Peccato per la sovrapposizione dei modelli e della gamma che, però, in Europa, sta arrivando razionalizzata. Ormai non solo per utenti consapevoli, che continueranno ad acquistare in Cina risparmiando decine e decine di euro, fa paura anche perchè sta costruendo un ecosistema di accessori e gadget smart e connessi che creano valore. E poi funzionano tutti maledettamente bene.

VOTO 8.5 sperando che in Italia i prezzi non lievitino troppo.

OUTSIDER

ALCATEL: voglio bene a Flavio Ferraro ma non lasciano il segno. Eppure basterebbe poco. A5 led lo adoro, svetta nella mia cantinetta…avesse avuto un processore decente…e poi il brutto anatroccolo mi vende 2 milioni di pezzi.

VOTO 6 di incoraggiamento

BLACKBERRY: barcollo ma non mollo. E meno male. I nostalgici come me apprezzano. E il KeyOne black che sto riprovando mi ricorda che la tastiera fisica è morta. Non ha più senso….ma viva la tastiera fisica!

VOTO 7 per la tenacia

BQ: apprezzabile la filosofia aziendale ma prodotti che non hanno lasciato il segno. Zanzarosi! Come la loro vibrazione.

VOTO 6.5

LENOVO: i fratelli cinesi di Moto. E si vede dall’approccio del software.

VOTO 6.5

MEIZU: 2017 mezza delusione. Ormai le gesture non bastano più. Urge aggiornamento software e modello iconico. Il display posteriore non ha funzionato. Torneranno i tempi di M2 note?

VOTO 5

MICROSOFT: morta.

VOTO 2 per abbandono del campo.

NUBIA: torna in partnership con Archos. Speriamo nel miracolo degli aggiornamenti di un software vecchio. Si sono addormentati sugli allori di 3/4 anni fa quando erano avanti. Ora sono indietro. Il design non basta.

VOTO 5

WIKO: non c’è più la Wiko di una volta. Però i prodotti sono belli, freschi, puntano ai giovani e costano il giusto. Manca solo un pizzico di prestazioni e di rapporto qualità/prezzo. Forse il marketing costa e i conti devono pur tornare!

VOTO 6

ZTE: ogni tanto si svegliano! E io attendo con ansia in prova AXON M, il telefono dal doppio display. Speriamo arrivi presto!

VOTO 6

CINESONI? Quelli tra gli 80 e i 120 euro dalle specifiche strapompate e che sulla carta dovrebbero essere delle bombe atomiche? Tutti uguali….ma io continuo a provarli in attesa della perla tra la spazzatura!

E grazie, davvero, di cuore a VOI che avete permesso tutto questo! GRAZIE!