Rimani sempre aggiornato su tutti i video, iscriviti al canale!

6 MESI con ID.4 AUTONOMIA, COSTI, Esperienza, RISPOSTE alle VOSTRE DOMANDE

Questo momento prima o poi doveva arrivare! I sei mesi di long test drive sono passati e mi tocca restituire la “mia” ID.4 dopo 10.000 chilometri fatti, test di ogni tipo, viaggi (compresi quelli al limite dell’autonomia) e ricariche presso ogni tipo ti colonnina presente in Italia. Come si è comportata durante tutto questo periodo? Scopriamolo facendo un bel riassunto e rispondendo alle vostre domande!

Prima delle domande vi faccio un brevissimo riassunto: molto comoda, spaziosa, silenziosa, ottimi ADAS, assetto forse un po’ morbido (consiglio l’optional che lo rende adattivo) ed ecco l’autonomia: sul misto statale/città 450km, in autostrada a 130km/h 350km quindi in totale direi una media di 400km, ottima quindi anche per viaggiare. Velocità di ricarica: ogni ora alla presa 220v di casa si assorbono circa 13km di autonomia quindi in una notte 130km, ecco questo è il range di utilizzo giornaliero che se non superato la rende comodissima da utilizzare e totalmente indipendente dalle colonnine. Alle colonnine AC invece in 60 minuti si guadagnano 50/60km di percorrenza e infine alle fast in DC in meno di 25 minuti si arriva all’80%. Il tagliando non va a chilometraggio ma consiste in un ispezione generale ogni 2 anni e nella quale verranno sostituiti il liquido dei freni e e il filtro per l’abitacolo. In totale per me sono stati 1800kWh consumati in 10.000km con un prezzo medio di 350€ ma ovviamente sono numeri variabili e molto personali perché si va dagli o,80€ delle fast agli 0,00€ dei supermercati o centri commerciali che offrono la colonnina gratis. Bollo da 0€ e assicurazione scontata del 40%.

Come la vedi a livello di manutenzione e valore tra 6/7 anni?

Una macchina elettrica è molto più longeva di una macchina termica, serviranno però secondo me servizi di certificazione dello stato delle batterie. Sul valore futuro inciderà tanto l’uso degli aggiornamenti OTA da parte della casa madre che manterranno attuale o meno la vettura.

Alla fine tu cosa consigli, elettrica o diesel?

Elettrica per il 90% delle persone anche già da oggi con l’infrastruttura esistente, diesel se si è rappresentanti, agenti di commerico, insomma persone che macinano veramente centinaia di chilometri alla settimana o addirittura al giorno. Semplicemente vi consiglio l’elettrica se l’autonomia copre i vostri chilometri percorsi medi giornalieri.

Da appassionato di motori non sei triste che vogliano rendere l’elettrico come obbligo?

Qua il discorso potrebbe diventare lunghissimo ma sarò diretto: no. Primo perché l’elettrico è piacere di guida e poi perché è la direzione giusta per de-carbonizzare i nostri spostamenti (vi consiglio al riguardo di leggere “Inversione a E”) e da appassionato di motori ti dico che gli ambiti dove il termico è insostituibile ci sono e sono quelli che riguardano il divertimento puro: la pista, le corse, i rally.

Differenza di costo fra la ricarica a casa e quella alle colonnine?

o,20€ a casa e la media di 0,40/0,50€ alle colonnine dove dipende anche dalla velocità di ricarica ma ci sono gli abbonamenti che abbattono queste cifre, soprattutto per le fast.

È pericoloso ricaricare durante un temporale?

Non più di una termica.

Se guido con il piede pesante i consumi ne risentono molto?

No, i consumi risentono della velocità media più che dal piede pesante, a patto ovviamente di frenare sfruttando la frenata rigenerativa.

Quando è attivo il Cruise Control Adattivo una la frenata rigenerativa o meccanica?

Tendenzialmente quella rigenerativa, solo se non dovesse bastare passerà a quella meccanica.

Perchè non fanno elettriche con un micro motore termico per caricare?

Perché raddoppi i possibili problemi, la manutenzione e perdi i benefici fiscali. BMW ci aveva provato con i3 ma è stato un flop.

Durante questi 6 mesi di utilizzo hai notato un calo di durata della batteria?

No, direi di no.

Il prezzo è centrato rispetto quello che offre?

Le elettriche costano tendenzialmente tutte più delle termiche, il suo prezzo quindi tenendo come riferimento il mercato di queste vetture sì, è centrato.

ID.4 è abbastanza alta per consentire l’accesso ad un disabile con difficoltà motorie?

Secondo me tendenzialmente sì, il sedile è a 61,5cm di altezza.

Infotainment, IoT e ADAS sono paragonabili a quelli di Tesla o ancora no?

Gli ADAS sembrerà strano ma si comportano meglio su ID.4, Infotainment invece meglio Tesla, anche come interfaccia utente (ma non ha Android Auto e Apple CarPlay).

Il mercato delle auto diventerà come quello degli smartphone, cioè un marchio USA e poi tanti cinesi?

Temo di sì, perchè oltre ovviamente a Tesla vedo una forte penetrazione cinese, ad esempio Xiaomi che siamo già abituati a conoscere e a vedere come brand nelle nostre case, vedi i robot aspirapolvere ecc, punterà su questo mercato e sarà avvantaggiata partendo da brand già noto. I costruttori europei dovranno impegnarsi, anche lato prezzo.