Rimani sempre aggiornato su tutti i video, iscriviti al canale!

BMW e il futuro dell’automotive al CES2020

Al CES ho avuto la possibilità di toccare con mano, grazie a BMW, alcune delle novità più interessanti per quanto riguarda l’applicazione della tecnologia al futuro del mondo automotive.

All’interno dello stand si trovava il BMW i Interaction EASE che offriva la possibilità di toccare con mano quella che può essere una interfaccia utente di una vettura a guida completamente autonoma. Attraverso una serie di sensori il sistema di riconoscimento del BMW i Interaction EASE permette al passeggero dell’automobile di interagire con il sistema infotainment tramite gesture, voce o addirittura con il movimento degli occhi. Le informazioni sono proiettate sul parabrezza che può diventare un enorme display. Ma le proiezioni possono anche essere parziali e arricchire la realtà circostante di informazioni utili per un’esperienza di realtà aumentata.

L’infotainment con le sue funzionalità ad esempio permette di mostrare agli occupanti della vettura i punti di interesse che potrà raggiungere una volta raggiunta la destinazione e potrà ricevere informazioni su di essi o interagirci tramite realtà aumentata.

La seconda experience invece è molto più proiettata nella realtà, infatti su degli esemplari di X7 sono stati montati dei sedili “ZeroG Lounger”, un prototipo di quelli BMW vuole installare nelle vetture di serie nei prossimi anni. Questi sedili ZeroG permettono di rilassarsi mentre si è passeggeri dell’auto, assumendo una posizione assolutamente rilassante ma altrettanto sicura. Infatti la sicurezza è stata messa al primo posto in questi sedili grazie a delle speciali imbragature e a degli airbag avvolgenti appositamente studiati.

In un altra area esterna ho avuto la possiblità di provare infine la i3 Urban Suite, ovvero una i3 appositamente modificata per guidare completamente in autonomia. La vettura è dotata di un sedile nella parte del passeggero posteriore, con una posizione confortevole, che permette al passeggero della vettura di viaggiare in completa tranquillità, con un ampio spazio per le gambe e con un particolare sistema di suoni ambientali per rilassarsi completamente. Venti di questi prototipi stanno girando in questi giorni per Las Vegas e stanno acquisendo informazioni per interagire con il traffico di una città reale.

Oltre a questi tre prototipi, che ho trovato davvero pragmatici e interessanti, BMW annuncia la partnership con Samsung per la realizzazione del modulo 5g che verrà installato nelle prossime 10 generazioni di BMW, a partire dalla iNext già nel 2021.

 

Pietro Manfrin