Rimani sempre aggiornato su tutti i video, iscriviti al canale!

Dash Cam “STEREO” Recensione GARMIN Tandem

Le dash camera in questo ultimo anno hanno fatto un passo tecnologico importante per questo ho deciso di provare la  Dash Cam Tandem di Garmin che è “stereo”, dunque dotata di doppio sensore in modo da riprendere sia fuori che dentro l’abitacolo.

In confezione troviamo: il caricabatterie con due uscite di tipo USB-A con una potenza in uscita di 1A, due ottagoni magnetici per attaccarla al parabrezza, una micro sd da 16Gb, un cavo per il collegamento al pc ed un cavo per il montaggio in auto.

Una volta montata tramite l’ottagono lei rimane molto stabile. L’ ingresso per l’alimentazione è installata sulla sinistra, personalmente l’avrei preferita a destra così da far passare il cavo dal lato passeggero.

Lei ha sia la possibilità di segnalare gli autovelox sia quella di essere comandata via voce.

Presente la connettività WiFi e bluetooth che consente, tramite l’applicazione dedicata Drive, di controllare quello che sta riprendendo in tempo reale. Dalle impostazioni dell’applicazione è possibile modificare la qualità delle registrazioni. La camera per le registrazioni esterne registra a 1440p 30fps o 1080p 30fps, mentre quella per le registrazioni interne registra fino ad un massimo di 720p 30fps. L’obbiettivo interno ha anche la visione notturna.

La qualità video è buona con un ottimo adattamento alle variazioni improvvise di luci.

La camera salva il video quando premiamo il pulsante posto sulla stessa per salvare, quando le chiediamo di farlo tramite i comandi vocali oppure quando rileva un crash. Quando esaurisce la memoria continua a registrare sovrascrivendo i video ed andando a cancellare quelli meno recenti, escludendo però quei video dove abbiamo richiesto noi il salvataggio o quelli relativi ai rilevamenti di crash.

I file si possono scaricare tramite cavo collegando al pc o esportare via smartphone con anche la possibilità di escludere l’audio e di mostrare entrambe le riprese (anteriori e posteriori) nello stesso video. Interessante l’organizzazione interna delle cartelle che sono suddivise in “eventi”, “foto”, “salvataggi”, “parcheggio” e “non salvati”. In media, un’ora di registrazione dalla cam interna occupa circa 3Gb, mentre dalla cam esterna occupa 10Gb. Ogni 14Gb avrete un’ora di registrazione e per espandere questo tempo è necessario inserire una micro sd con capienza maggiore.

Per attivare la modalità parcheggio è necessario un cavo apposito, il Parking Mode Cable che permette alla camera di ricevere alimentazione costante dalla batteria, ma anche il “sottochiave” che permette alla camera di riconoscere quando la macchina è parcheggiata o accesa. In parking Mode lei è sempre in standby, ma quando rileva un urto attiva la registrazione. Il Parking Mode Cable non è incluso in confezione e va acquistato a parte.

Non costa poco, 349 euro, ma devo dire che mi ha veramente soddisfatto. Prima di tutto per le dimensioni di 5 x 4 x 2.3 cm e i 60g di peso che permettono di agganciarla tranquillamente al parabrezza, ma soprattutto per l’affidabilità, non ha mai avuto incertezze. Quello che però secondo me fa di questa dash cam un ottima dash cam è avere due obiettivi a 180°. Va bene il prezzo non proprio basso, ma quanto costa andare a dimostrare di avere ragione in un incidente stradale?

LINK ACQUISTO

Garmin Dash Cam Tandem, Front and Rear Dual-Lens Dash Camera with Interior Night Visi...
Acquista ora su Amazon!
554,86 €