Recensione FAIRPHONE 4

Immaginate di poter cambiare in autonomia il vetro rotto del vostro smartphone e di poterlo fare anche con la batteria, la fotocamera e le altre componenti in maniera semplice e con pochissime viti da svitare. Quanto durerebbe in più un telefono così prima di doverlo cambiare? Ecco. Questa è la filosofia di Fairphone: niente smartphone “usa e getta” ma device più duraturi, nel rispetto dell’ambiente.

Peso e dimensioni

162 x 75.5 x 10.5 mm
225 g

Sistema operativo

Android 11

Storage

128 GB

Display

6.3"
1080 x 2340

Camera

48 mpx f/1.6
Frontale 25 mpx

SOC e RAM

Qualcomm SM7225 Snapdragon 750G 5G (8 nm)
RAM 6 GB

Rete

HSPA 42.2/5.76 Mbps, LTE-A (4CA) Cat18 1200/150 Mbps, 5G 2.3 Gbps DL

Batteria

3905 mAH

Confezione e contenuto

Nel pieno rispetto della filosofia di base di questo telefono di minimizzare l'impatto ambientale in confezione non c'è niente se non lo smartphone. Possiamo però in fase di ordinazione richiedere di includere il cavetto USB-C pagando 19.95 euro.

Materiali design e touch-and-feel

La costruzione ovviamente è l'aspetto che più viene influenzato dallo spirito con il quale è costruito questo telefono. Troviamo plastica riciclata sia per il frame che per la back cover, che è removibile e scopre la batteria, facilmente sostituibile quindi e gli slot per microSD e nanoSIM. Questo tipo di costruzione e di back cover ha però un lato negativo: 10.5 mbillimetri di spessore e 225 grammi di peso. Non manca però la certificazione di resistenza ad acqua e polvere IP54.

Trattandosi di LCD non c'è l'always-on display e purtroppo non c'è nemmeno il doppio tap per accendere e spegnere lo schermo. Riguardo alla connettività troviamo 5G, WiFi dual band, Bluetooth 5.1 NFC e porta USB-C senza uscita video.

Display

Il display è un LCD IPS da 6.3" con risoluzione FHD+ e 409 PPI di densità pixel. Siamo ormai così abituati agli AMOLED che l'LCD quasi spaventava ma devo dire che in questo caso si tratta comunque di un LCD di buona qualità, ovvio che ad angoli di visuale estremi un po' i neri diventano grigi ma ad un livello decisamente accettabile.

Processore e memoria

Il processore è lo Snapdragon 750 5G con GPU Adreno 619 ed è affiancato da 6GB di RAM e 128GB di memoria interna espandibile.

Batteria

La batteria è una 3.905mAh con carica cablata a 20W, niente carica wireless. Per quanto riguarda l'autonomia pensavo di avere problemi ed invece mi ha stupito, ancora il 24% alla fine della mia giornata stress e poi si può sempre comprare un'altra batteria e tenerla carica per sostituirla al volo.

Software ed ecosistema

Il software è un Android decisamente stock, privo di praticamente qualsiasi personalizzazione e software, ancora alla versione 11 ma le patch di sicurezza sono aggiornate a febbraio 2022. Fairphone garantisce patch e supporto software per parecchi anni, proprio per rispettare la promessa di far durare lo smartphone più a lungo della media. Andrà nella mia cantinetta e verificheremo se questa promessa verrà mantenuta nel tempo.

Reparto telefonico

Lui è dual-SIM ma con un solo slot quindi possiamo usare una nanoSIM e una e-SIM. Buono l'audio in chiamata sia dalla capsula che in vivavoce, anche qua si dimostra uno smartphone concreto.

Foto e video

Il comparto camere,  anch'esso facilmente smontabile e sostituibile dall'utente (ad esempio sul precedente modello dopo un po' ne è uscito uno migliorato che si poteva ordinare e montare sul proprio telefono) è costituito da:

  • camera principale da 48MP f/1.6 stabilizzata otticamente,
  • camera ultra-grandangolare da 48MP f/2.2,
  • sensore TOF 3D per i dati sulla profondità,
  • camera interna da 25MP f/2.2.
Questo probabilmente è il suo punto più debole, le foto sono accettabili quando c'è tanta luce ma appena la luminosità di abbassa la qualità la segue a ruota. Qualcosa migliora utilizzando la modalità notturna ma si vede comunque tanto rumore. Idem i video, che sono ok, con una buona messa a fuoco ma una gestione dei colori che lascia a desiderare.

Audio

L'audio è stereo, potente e abbastanza bene come qualità. Peccato la mancanza del jack da 3.5 millimetri per le cuffie, su di un telefono del genere ci poteva stare.

App e gaming

Lo Snapdragon 750 5G lo conosciamo ormai bene, è un buon processore e fa girare questo Fairphone molto bene. La vibrazione purtroppo è di quelle che io definisco "zanzarosa" cioè non secca e precisa, in compenso però è davvero forte.

Real Racing si apre in 10 secondi e gira bene, qualche piccola lag ogni tanto si vede quando ci si  muove molto tra le app ma niente di problematico.

Giudizio finale

Il suo essere costruito in maniera responsabile, sostenibile e con materiali provenienti da fonti e fornitori certificati, metalli per la batteria compresa, fa alzare il prezzo che uno smartphone standard con la stessa scheda tecnica avrebbe. Si parla infatti di 579 euro per la versione 6/128GB e per 649 euro la 8/256GB. Io posso dire di averlo usato per una settima senza problemi, eccetto forse per qualità della fotocamera, e questo mi lascia riflettere.. che la tecnologia si sia un po' fermata e nell'ultimo anno si stia involvendo? Lui comunque costa sì ma mi piace la filosofia e il pensiero che c'è dietro!

Fairphone 4 5G, 6/128 GB, grigio
Acquista ora su Amazon!
692,52 €

Design:

7.9

Display:

7

Uso generale:

8

Fotocamera:

5.5

Autonomia:

8.5

Qualità prezzo:

6.2

Voto finale:

8.3