Recensione Google Pixel 8 Pro

Il top di gamma Google si rinnova, nessuno stravolgimento a questo giro ma una normale evoluzione. È una brutta cosa? No, i miglioramenti comunque ci sono e quella che già era l’anima dei Pixel 7 adesso è ancora più forte. Cos’è? L’intelligenza artificiale ovviamente, quella che rende i Pixel sempre piacevoli e soddisfacenti da utilizzare, anche e soprattutto nel normalissimo uso quotidiano!

Peso e dimensioni

162.6 x 76.5 x 8.8 mm
213 g

Sistema operativo

Android 14

Storage

128 GB

Display

6.7"
1344 x 2992 pixel

Camera

50 mpx f/1.7
Frontale 11 mpx

SOC e RAM

Google Tensor G3 (4 nm)
RAM 12 GB

Rete

HSPA, LTE-A (CA), 5G

Batteria

5050 mAH

Confezione e contenuto

In confezione troviamo la spilla per estrarre il carrellino della SIM, il cavo con connettore USB-C da entrambe le parti ed un adattatore da USB-A a USB-C.

Materiali design e touch-and-feel

Il design è la naturale evoluzione di quello dei Pixel 6 e 7, con l'ormai iconica barra orizzontale per le camere, apprezzata sia per la simmetria del design che per la sua funzione nell'impugnatura a non far scivolare il telefono, e la back cover in vetro. Le differenze stanno negli angoli molto più stondati dell'anno scorso e nel vetro posteriore che adesso è opaco invece che lucido. La scheda ci racconta di 8,8 millimetri di spessore con 213 grammi di peso. Il vetro usato a protezione sia del display che della back cover è il Gorilla Glass Victus 2, il materiale della scocca è alluminio lucido ed è sempre presente la certificazione di resistenza ad acqua e polvere IP68. 

L'always-on display c'è ed è personalizzabile, così come la schermata di blocco. In quanto a connettività troviamo 5G, WiFi 7 tri-band, Bluetooth 5.3, GPS, NFC, Android Auto, Google Pay ed il connettore USB-C 3.2.

Display

Il display è un OLED di tipo LTPO da 6.7" con risoluzione pari a 1344 x 2992, 489 PPI con refresh rate variabile da 1 a 120Hz e luminosità di picco che arriva a 2.400 nits. La qualità del pannello è indiscutibile, i soliti grandi pregi dell'OLED dei neri assoluti e l'elevatissimo contrasto ci sono tutti uniti anche ad una luminosità di picco davvero alta che lo rende sempre ben visibile, anche sotto al sole. A volergli trovare un difetto ci si potrebbe lamentare dei soli due settaggi fra i quali scegliere per la taratura dei colori.

Processore e memoria

Il processore è il nuovo Tensor G3 di Google che viene affiancato da 12GB di memoria RAM LPDDR5X e 128/256/512GB di memoria interna UFS 3.1 non espandibile.

Batteria

La batteria è una 5.000mAh, 25,5Wh, con ricarica cablata a 30W (50% in 30 minuti) e ricarica wireless a 23W. L'intelligenza artificiale non poteva non arrivare anche qui sia in quanto a risparmio energetico che a ottimizzazione della ricarica, la quale in base alle vostre abitudini viene bloccata all'80% durante la notte per arrivare poi al 100% solo prima che lo scolleghiate. L'autonomia non è male, io sono arrivato alla fine della mia solita giornata stress con in media il 20%.

Software ed ecosistema

Il software è sempre stato il punto forte dei Pixel, del resto quando il produttore crea sia software che hardware l'ottimizzazione non può che beneficiarne. I Pixel 8 e 8 Pro arrivano con Android 14 a bordo ma soprattutto con la promessa di ben 7 anni non solo di patch ma anche di aggiornamenti completi sul sistema operativo vero e proprio, grandissima notizia e che al momento rappresenta la migliore offerta sul mercato da questo punto di vista. L'esperienza di utilizzo dei Pixel è piacevolissima perché non si tratta di chissà quali funzioni wow che magari poi non si usano mai ma perché è fatta di tante piccole cose che messe insieme rendono l'uso quotidiano liscio e scorrevole. L'intelligenza artificiale fa un ottimo lavoro e si nota come cerchi sempre di imparare le vostre abitudini e le vostre preferenze in modo da adattarsi al vostro specifico utilizzo dello smartphone.

Reparto telefonico

Qui viene il bello. Una delle cose che più ho apprezzato di questo Pixel è non semplicemente il dialer che segnala le chiamate in arrivo da possibili numeri SPAM ma la possibilità che offre di filtrare le chiamate e ricevere in tempo reale la trascrizione di quello che dice chi è dall'altra parte. Questo può avvenire in automatico per i numeri che non abbiamo in rubrica o anche per chi conosciamo se noi scegliamo "filtra" invece di rispondere mentre ci sta squillando il telefono. Così facendo scopriremo chi è che ci sta chiamando ed in caso di chiamata davvero importante potremo rispondere anche in seguito.

Foto e video

Il comparto camere è formato da:

  • fotocamera principale da 50MP con apertura f/1.68 e stabilizzazione ottica,
  • fotocamera ultra-grandangolare da 12MP con apertura f/2.2 e campo visivo pari a 125,8°,
  • teleobbiettivo da 48MP con apertura f/2.8, zoom ottico 5X e zoom digitale fino a 30X,
  • camera interna da 10,5MP con apertura f/2.2.
Il comparto camere di Pixel 8 Pro è sia completo che prestante. Dalla grandangolare alla camera periscopio con zoom ottico 5X lavorano tutte bene in ogni condizione di luce, anche grazie all'intelligenza artificiale che lavora tanto e soprattutto in maniera davvero intelligente ed efficace. I ritratti sono molto naturali e scontornati bene, lo zoom arriva fino al 25X e anche a questo livello, seppur perdendo ovviamente di qualità, si ottengono risultati utilizzabili. Nei video c'è la possibilità del passaggio fra le varie camere anche in 4K a 60fps, sempre gradita e non scontata. La Google Camera dei Pixel offre un'ottima modalità Pro ma per chi non vuole esagerare ci sono già diversi parametri come luminosità, punto del bianco e altri che sono modificabili al volo nel punta e scatta. In seguito poi abbiamo la possibilità di andare a fare un po' di editing sfruttando l'AI in maniera carina, ad esempio con la gomma magica che elimina elementi dalla foto con risultati magari non sempre perfetti ma piuttosto credibili ed utilizzabili.

Audio

L'audio è stereo, raggiunge un buon livello di volume e anche di qualità. Ovviamente niente jack per le cuffie.

App e gaming

Le prestazioni sono da vero top di gamma, c'è poco da dire. Sempre fluido e veloce come è giusto che sia e senza mai riscaldare troppo in relazione a quello che si fa. Top anche il feedback della vibrazione, che è aptico e molto preciso.

Giudizio finale

Il prezzo di listino di Pixel 8 Pro in versione 128GB è pari a 1.099 euro quindi purtroppo anche lui ha subito un aumento dagli 899 euro del Pixel 7 Pro, avrei preferito che almeno la versione base quest'anno sarebbe stata da 256GB per compensare in parte questo rincaro ma niente. La buona notizia è che fino al 16 ottobre nei 1.099 euro saranno comprese anche le Pixel Buds Pro, ottimi auricolari da 229 euro di listino. Se mi è piaciuto? Sì, anzi, certo. Un Pixel è sempre piacevole da utilizzare, fluido e pieno di tante piccole funzioni smart e suggerimenti vari dati dall'AI che prese singolarmente magari nemmeno notate ma poi nella loro globalità rendono il normale utilizzo quotidiano un'esperienza davvero liscia piacevole. Passare dalla generazione precedente a questa? Assolutamente no, anche perché con l'aggiornamento ad Android 14 le nuove funzioni ve le ritroverete quasi tutte (filtro delle chiamate compreso), ma da un Pixel o un altro telefono più vecchi allora sì, consigliato. Approfondiremo presto le differenze fra lui ed il fratellino minore Pixel 8.  

Google Pixel 8 Pro - Smartphone Android sbloccato con teleobiettivo, batteria con 24 ...
Acquista ora e risparmia 300€!
799,00 €

Design:

8.7

Display:

9.2

Uso generale:

8.8

Fotocamera:

9.3

Autonomia:

8

Qualità prezzo:

7.2

Voto finale:

8.8