Rimani sempre aggiornato su tutti i video, iscriviti al canale!

RECENSIONE HUAWEI FreeBuds 4 e Watch 3

Huawei sta puntando tutto su HarmonyOS e sulla creazione di un vero e proprio ecosistema quindi ho provato i primi dispositivi nati da questa filosofia e con HarmonyOS a bordo: le cuffie open-fit con cancellazione attiva del rumore Freebuds 4 e lo smartwatch capace di effettuare chiamate Watch 3.

Freebuds 4

Partiamo dalle Freebuds 4, cuffie open-fit, quindi non in-ear davvero molto comode, ma che allo stesso tempo non cadono facilmente dalle orecchie anche perchè Huawei le ha rese davvero leggere, 4 grammi per auricolare.

Nonostante non siano in-ear loro sono dotate anche di cancellazione del rumore, abbastanza efficace io credo che un 10/15% dei rumori riescano ad abbatterli. Huawei ha anche installato dei nuovi driver, da 14,3mm ed il risultato è un suono veramente di buon livello.

Il case è ben costruito e molto comodo da tenere in tasca, sia per le dimensioni minime che per il peso di 38 grammi.

L’autonomia è di 4 ore in ascolto normale, che diventano 22 con le ricariche del case, e 2,5 ore con la cancellazione dei rumori attiva.

Mi sono piaciute un sacco, comode da indossare, si sentono bene e comodissimo il poterle abbinare contemporaneamente a due telefoni. Con l’applicazione AI Life di Huawei si possono personalizzare poi i comandi rapidi, differenziabili fra auricolare sinistro e destro. Il prezzo è di 149€.

Huawei Watch 3

In prova ho anche il nuovo Watch 3, il primo smartwatch dotato del sistema operativo HarmonyOS.

Dalla schermata principale con uno swipe verso l’alto si accede alle notifiche, con uno verso il basso al centro di controllo e verso sinistra si vedono le varie schermate dei widget. La corona fa da pulsante e ruotando permette di zoomare nei menù e alzare o abbassare il volume dell’altoparlante.

Il movimento di attivazione del polso è preciso e veloce, e c’è l’always on. Il display è un AMOLED da 1.43″ con risoluzione 466×466 e 326ppi. Il processore invece un HiSilicon Hi6262 affiancato da 16GB di memoria interna e 2GB di RAM.

Ha anche la possibilità di effettuare chiamate grazie a microfono e altoparlante integrati e devo dire che la qualità non è male, utile per fare delle chiamate al volo. Presente anche la compatibilità con una e-SIM.

L’attività sportiva viene monitorata molto bene, il GPS è veloce e preciso ed il sensore della frequenza cardiaca altrettanto, anzi forse per una volta ha superato il mio Garmin di riferimento. È molto carina la funzione con la quale crea un video che ripercorre il nostro percorso con i dati monitorati in tempo reale e anche le foto nel momento esatto in cui le abbiamo scattate.

Oltre quella dei battiti sono molto precise anche le misurazioni di SPO2, passi, sonno e temperatura corporea, anche se quest’ultima avviene ovviamente sulla pelle, quindi non so a quanto possa servire.

L’autonomia è forse il suo punto debole senza GPS fa 3 giorni in modalità smart e con il GPS arriva a consumare il 10% all’ora.

Le notifiche sono personalizzabili e vengono mostrate ma non si può rispondere, nemmeno con delle risposte predefinite.

In conclusione dire che è un bel prodotto, costruito bene, con il fondello in ceramica e il vetro zaffiro, nel caso del Pro c’è anche la cassa in titanio. Gli forse un po’ la parte smart. Il prezzo è di 369€ e addirittura 499€ per il Pro.