Rimani sempre aggiornato su tutti i video, iscriviti al canale!

Recensione iROBOT ROOMBA i7 AUTOSVUOTANTE

Oggi proviamo il nuovo Roomba i7 di iRobot, uno robot aspirapolvere con una particolarità che lo rende diverso dai suoi concorrenti: si svuota da solo.

La solita prova con le briciole e lo zucchero a velo è stata superata alla grande, come pulizia è veramente eccezionale. Bene anche tra gli ostacoli, tappeti compresi a patto che non siano piccoli come quello in video, basterò però toglierlo in anticipo; benissimo invece contro le mie sedie.

Molto meticoloso a seguire il perimetro anche grazie all’applicazione che ha una funzione interessante: Mappa intelligente, in grado di fargli mappare casa anche senza usare aspirazione, semplicemente sfruttando la camera. La divisione in stanze va fatta manualmente, aggiungendo un divisorio tra una stanza e l’altra e si può anche dividere la stanza in più zone, a nostro piacimento.

E’ possibile regolare anche le preferenze di pulizia tra: automatico, nel quale stabilisce tramite i suoi sensori quando ha pulito bene quella determinata zona; singolo passaggio o passaggio doppio per una pulizia più approfondita. Abbiamo ovviamente lo storico delle pulizie che ci dicono anche la durata e zona coperta da quella pulizia.

La criticità di questo robot, seppur minima, è che per mappare e per la pulizia ha bisogno di un minimo di illuminazione. Perchè? Perchè non utilizza sensori laser ma una telecamera.

La grande novità è però la base che permette di svuotare il cassetto automaticamente, il vero punto di forza. La basetta infatti aspira tuttil contenuto del cassetto del robot e lo conserva in un sacchetto interno, riuscendo a contenere ben 30 cassetti. Nel mio caso, per due o tre mesi posso dimenticarmi di svuotarlo.

Lo svuotamento è ovviamente possibile anche manualmente, dato che è possibile acquistarlo anche senza la basetta per lo svuotamento automatico.

Cosa c’è in confezione? Un sacchetto, un filtro e una spazzola di ricambio; una barriera virtuale per chi non utilizza l’applicazione, anche se è assurdo non usarla vista le funzioni.

Intelligente anche nella gestione della batteria che permette al robot di tornare alla base se la carica non dovesse permettergli di completare la pulizia, così non lo troverete mai scarico in giro per casa.

I pro: grandissimo potere pulente, la mappatura e la buona navigazione. I contro: la difficoltà al buio completo, non avendo laser, e il prezzo: 1199 euro in versione con base aspirante.

La versione base costa invece 899 euro ma perde il suo senso, in quel caso ci sono robot molto validi e a prezzi più contenuti.