Rimani sempre aggiornato su tutti i video, iscriviti al canale!

Test monitor 38″ 21:9 BenQ EW3880R

BenQ lo definisce un monitor per l’ home entertainment e grazie alla qualità del pannello IPS e all’audio 2.1 canali dotato di subwoofer risponde perfettamente a questa descrizione. Di certo il prezzo non lo rende un monitor per tutti ma l’ho trovato veramente molto versatile e per via del suo formato adatto anche alla produttività!

La dotazione di porte è formata da 2x HDMI 2.0, 1x DisplayPort 1.4 e 1xUSB-C compatibile con power delivery.

Il pannello è un LCD IPS da 37.5″ con formato 21:9, curvo (raggio di curvatura 2300R), risoluzione di 3840 x 1600 quindi 111 PPI, contrasto di 1000:1 tempo di risposta di 4ms e refresh rate a 60Hz. È compatibile con lo standard HDR10 e copre il 95% della gamma DCI-P3.

La costruzione è uno degli aspetti che mi sono piaciuti di più, ha una base ampia e solida che lo rende molto stabile dotata di un foro alla base per organizzare meglio i cavi. Ovviamente si può regolare in altezza, ed in inclinazione ruotando attorno l’asse verticale e a quello orizzontale. C’è una mascherina che copre la zona delle porte e lo rende molto pulito alla vista da dietro.

Durante l’utilizzo ho apprezzato il raggio di curvatura non eccessivo, ottimo per dare immersività ma senza distorcere le immagini. Buono il contrasto per non essere un OLED ed anche l’uniformità dei colori, blu rosso, grigio, verde, giallo, vengono tutti riprodotti molto bene.

L’audio è affidato a due casse da 3W, quindi stereo ed è dotato anche di subwoofer posto nella parte posteriore. I bassi quindi ci sono e non vengono distorti e la stereofonicità è ottima, crea un audio veramente immersivo.

Ottima anche la gestione software delle sorgenti, con la possibilità di affiancarne due dividendo lo schermo oppure usando il picture in picture.

Il prezzo è di poco superiore ai 1.000€, quindi abbastanza alto ma si tratta di un ottimo monitor, mi è piaciuta la qualità del pannello, la costruzione, il software e anche l’audio, forse i contrasti non sono il massimo ed il refresh che si ferma a 60Hz potrebbe essere un freno per i gamer. Per l’intrattenimento e la produttività però è una soluzione versatile che mi è piaciuta!


LINK INFO MONITOR