Rimani sempre aggiornato su tutti i video, iscriviti al canale!

TEST DISPLAY. Differenze tra OLED e LCD e tra 60Hz e 120Hz.

Cinque telefoni con tecnologie diverse e refresh rate diversi per quanto riguarda il display. Voglio fare un po’ di informazione!

Ho messo a confronto:

  • Redmi Note 9 Pro e il suo display LCD  a 60hz
  • Realme 7 e il suo display LCD IPS a 90hz
  • Realme 7 Pro e il suo display SuperAMOLED a 60hz
  • Samsung Galaxy S20 FE 5G e il suo display SuperAMOLED A 120hz
  • Apple iPhone 12 Pro e il suo display OLED a 60hz

OLED & LCD

Due macro categorie: da una parte gli LCD e dall’altra gli OLED. Queste le macro categorie che poi vanno a differenziarsi per specifica tecnologia e dunque troviamo IPS, TFT, Plastic OLED, Super AMOLED etc..

Le due grandi differenze tra OLED e LCD le troviamo per quanto riguarda i neri non profondi e gli angoli di visuale variabili in base all’inclinazione con la quale visualizziamo il display.

Questo succede perchè l’LCD funziona come un pannello retroilluminato, una lampada che passa attraverso un pannello filtrante. Quando questo pannello si orienta per non far passare più luce otteniamo il nero. L’orientamento è impossibile averlo al 100% oscurante. Inoltre, per aumentare la luminosità si deve aumentare la potenza della retroilluminazione e più questa è potente meno saranno le possibilità che la luce non passi attraverso il pannello quando si vuole ottenere il nero.

L’OLED è una tecnologia, a differenza dell’LCD, auto-illuminante. i Pixel sono di materiale organico che quando attraversati dalla corrente si accendono e diventano più luminosi in base alla corrente che li attraversa. Questo vuol dire anche che quando la corrente non passa i pixel sono spenti e quindi il nero è un nero assoluto.

Il pro dei display LCD è la quasi minor probabilità di avere problemi a lungo termine ed il motivo risiede proprio nella matrice non organica del componente che lo rende meno soggetto ad usura. Non sono esenti da qualsiasi problema ma tendenzialmente sono più duraturi. Il contro è l’impossibilità di avere un nero assoluto.

Gli AMOLED di pro hanno la possibilità di avere dei neri assoluti ed essere più sottili vista la mancanza del pannello di retroilluminazione. Il contro è la maggior difficoltà nel tarare i colori e il rischio di incorrere in Burn In, immagini che rimangono impresse sul display.

Refresh Rate

Altra grande differenza che troviamo nei display è il refresh rate. Cos’è il refresh rate? É la capacità di un display di aggiornarsi in un secondo e viene misurata in Heartz. Noi vediamo le immagini in movimento perchè sono una serie di fotogrammi messi insieme uno dopo l’altro. Più il display può aggiornarsi maggiori saranno le immagini che riesce a visualizzare. Lo standard sono i 60hz (60 immagini al secondo) e si può arrivare, per adesso, fino a 144hz (144 immagini al secondo).

Bisogna distinguere il refresh rate dagli FPS (frame per secondo). Il refresh rate è una caratteristica dello schermo mentre gli FPS sono una caratteristica delle applicazioni o del sistema operativo.

Il nostro occhio percepisce le differenze di refresh rate? Sì, maggiore sarà il refresh rate, maggiore sarà la percezione di fluidità.

In generale, il salto di qualità è fra un dispositivo LCD e un OLED con quest’ultimo nettamente in vantaggio. Io personalmente ordino così le mie preferenze:

  1. OLED 120hz
  2. OLED 60hz
  3. LCD 90hz
  4. LCD 60hz

Tra i device messi a confronto oggi devo dire che tra i due display OLED a 60hz di iPhone e Realme 7 Pro non si percepisce tanta differenza seppur ci sia in termini di luminosità e bilanciamento dei colori. Se parlassimo solamente di display, senza tenere conto del resto del dispositivo, in relazione al prezzo sceglierei sicuramente quello di Realme 7 Pro. In assoluto, quello che mi piace di più del lotto è quello di Samsung Galaxy S20 FE 5G.