Rimani sempre aggiornato su tutti i video, iscriviti al canale!

Tutorial HUAWEI SENZA SERVIZI GOOGLE

Questo è un tutorial su come si usano le applicazioni, come si installano e quali si possono installare, ho deciso di farlo perchè leggendo le recensioni su Amazon e i tanti commenti sotto i miei video, molta gente non conosce la differenza tra Google Mobile Services(GMS) e Huawei Mobile Services(HMS).

Appena acceso, dopo aver connesso il device al WiFi, si presenta una schermata dove vi si chiede di connettersi al Huawei ID o di registrarsi.

Il Huawei ID non è obbligatorio ma è fortemente consigliato perché è un cloud, dunque un sistema di sincronizzazione di dati, che vi può tornare utile.

Il passaggio successivo è l’importazione dei dati. Si possono importare dati da iPhone, Android o da cloud backup Huawei. Se avete un vecchio dispositivo Huawei e vi loggate al Cloud di Huawei con il vecchio telefono questo caricherà un backup del vecchio telefono, comprese applicazioni, sul cloud e poi lo scaricherete sul nuovo dispositivo.

 Importare dati e applicazioni da un altro device Android

Dovrete scaricare Phoneclone sul vecchio telefono, selezionare che è il vecchio telefono, dare nel nuovo telefono tutte le autorizzazioni richieste e poi riprendere il vecchio telefono e scansionare il QR code creato sul nuovo telefono. Automaticamente i due dispositivi si collegheranno e a connessione raggiunta sul vecchio telefono apparirà una schermata di selezione dove ci sarà richiesto di selezionare le tipologie di dati da trasferire (contatti, foto, app etc). È possibile selezionare anche app per app quale si vuole trasferire e quale invece no, una colorazione grigia indica invece che l’app non può essere trasferita perchè necessita dei Google Mobile services. Fatto ciò si avvierà il trasferimento dati.

Terminato il processo tutte le applicazioni selezionate le trovo installate sul nuovo telefono. Se una di queste applicazioni non ci fosse bisogna procedere con le alternative al Play Store di Google.

App Gallery e store alternativi.

La prima alternativa è App Gallery, ovvero lo store di applicazioni di Huawei, dove si trovano sempre più applicazioni, si sta popolando davvero velocemente.

Da App Gallery si può scaricare TrovApp che è una sorta di motore di ricerca che vi consente di trovare le applicazioni anche su altri store alternativi. Ad esempio: Voglio scaricare Netflix, innanzitutto ci propone delle app alternative e nel caso specifico Prime Video e Huawei video, ma se voglio proprio Netflix chiede di installare Apk Pure che è un database che contiene tutti i pacchetti di applicazioni e vi rimanda alla versione corretta dell’apk Netflix per i dispositivi Huawei con HMS e ve la fa scaricare.

Altri metodi per scaricare applicazioni

Altro metodo per scaricare Applicazioni è quello di andare a ricercare il file Apk direttamente sul sito dell’applicazione. Prendiamo ad esempio Whatsapp: Questa applicazione si trova direttamente sul sito del produttore, l’App Gallery infatti rimanda direttamente al sito del produttore. Una volta scaricato il file apk verrà fatto un check dall’antivirus integrato nel telefono e l’app verrà installata. Per ripristinare i messaggi che avete sul vecchio telefono dovrete passarli, poichè non ci sono i servizi Google, in maniera manuale. Cliccando qui vi rimando a una guida molto ben fatta per non perdere nessun messaggio, ovviamente solo se arrivate da android, se arrivaste da iOS non ci sarebbe soluzione nemmeno con i servizi Google.

Mappe

E’ possibile installare Google Maps ma a volte è meglio non incaponirsi per far funzionare quella determinata app che siamo abituati ad utilizzare ed invece provare delle alternative che, a volte, possono essere, se non meglio, equivalenti.

Google maps funziona ma non potrete effettuare login e dunque avere tutti i vostri preferiti. Funziona la funzione traffico.

Come alternativa a Google Maps, vi da come suggerimento Here We Go, ottima soluzione per navigare sia a piedi che in auto e si trova su App Gallery. Altra soluzione per navigare in macchina è Waze. Entrambe queste app vanno a sostituire Google Maps, Waze secondo me è anche meglio.

Email Google

Come fare a gestire le mail di Google? Semplice, effettuando login alla mail attraverso l’app Mail di Huawei, tutto funziona alla perfezione. Su App Gallery si trovano anche altri client molto buoni, ve ne segnalo 2: Blue mail e Aquamail. La posta può essere anche controllata tramite browser web.

Youtube

Bisogna utilizzarlo via browser web, ovvio, non è comodo come avere l’applicazione ma in realtà si riesce a gestire anche lo Studio (ciò che c’è dietro ai video che pubblico). I video si vedono bene ed è anche possibile gestire la risoluzione. Su App Gallery ci sono delle app che permettono di gestire Youtube e non sono male anche se a volte contengono della pubblicità.

Link rapido su home

Cosi come la posta anche il calendario può essere controllato tramite web, se volete poter accedervi senza ogni volta dover aprire l’applicazione per la navigazione web e digitare l’indirizzo, potete andare sulla pagina che volete avere sulla vostra home e selezionare “aggiungi a schermata home”. Verrà cosi creata sulla vostra home un’icona che semplicemente con un click vi rimanderà alla pagina web. Questo meccanismo vale ovviamente per qualsiasi pagina web, non solo per Mail e calendario.

QuickApp

Sulla falsariga dei collegamenti rapidi alla home, Huawei si è inventata le QuickApp.

Tutte le applicazioni di car sharing o di food delivery ci stanno mettendo un pò ad arrivare e per questo Huawei incoraggia le Quick App che altro non sono che i siti web formattati per essere utilizzati in maniera molto più semplice dallo schermo del telefono, resta comunque una web app.

Applicazioni bancarie

Sono presenti le app “MyCartaBCC”, “Bancaperta” e come QuickApp si trovano quelle di Unicredit, Sella ed Hype e c’è comunque la possibilità di usare i siti web delle banche tramite browser.

 

Considerazioni finali

Ovvio, non va tutto e le applicazioni vanno un po’ cercate. Si può vivere anche con ecosistemi diversi rispetto a Google, magari non si trova sempre la “pappa pronta” ma si può fare, magari non in tutto, ma in molti ambiti.