Rimani sempre aggiornato su tutti i video, iscriviti al canale!

Audi RS e-tron GT | La TECNOLOGIA e TEST-DRIVE

Ho avuto l’opportunità, grazie a Sesto Autoveicoli, di provare la nuovissima Audi RS e-tron GT. Bellissima! E che prestazioni! Sono riuscito anche a portarla in pista ma, soprattutto, vi racconto in questo video l’uso quotidiano, dove si trova più a suo agio e la tecnologia!

Osservandola da fuori, come ogni RS si presenta subito molto aggressiva, con i dettagli e anche l’intero tetto in fibra di carbonio. Belli i dischi dei freni a vista, con le pinze nere a 6 pistoncini per l’anteriore e anche i fari laser, dotati di grande intelligenza e capaci di illuminare benissimo.

La velocità di ricarica è di 270kW, in 5 minuti otteniamo 100km e l’80% dei 93kWh del pacco batterie si ricarica in 23/24 minuti.

La capacità di carico per un’auto sportiva è ottima: baule posteriore da 405 litri ad apertura elettroattuata e pozzetto anteriore da 81 litri.

I numeri sono da vera sportiva: 475kW cioè 646CV di potenza, trazione integrale e coppia di 830 NM. Scatta da 0 a 100 in 3,3 secondi.

Le dimensioni sono di 4,99m di lunghezza per 1,96m di larghezza e 1,41m di altezza. Il baricentro, grazie anche al peso delle batterie, è molto basso, la ripartizione dei pesi fra anteriore e posteriore è 50 e 50, la sospensioni sono pneumatiche e tutto questo non può che voler dire grandissima stabilità e precisione in curva, anche per quanto riguarda il confort che sia il pavé di Milano o il cordolo in pista non si scompone mai.

Il consumo è di 20kWh/100km sul misto, 24-25kWh/100km in autostrada

L’autonomia va dai 300/320 km se usata in autostrada a 130 ai 475/500 sul misto. Come media sull’utilizzo quotidiano direi un 350/380km.

Gli ADAS li ho trovati tarati benissimo, in autostrada a 130 è capace di guidare praticamente da sola e non ha mai fatto movimenti o frenate troppo brusche.

Purtroppo è assente la guida one-pedal, si può settare la frenata rigenerativa su tre livelli e la macchina è anche in grado di aumentarla quando rileva vetture ferme davanti ma è più un feeling che simula un motore termico che una vera guida one-pedal.

L’applicazione permette di monitorare l’autonomia, lo stato delle batterie, vedere eventuali porte o finestrini aperti, mettere in funzione l’aria condizionata, far entrare e uscire la macchina autonomamente dai parcheggi particolarmente stretti, programmare la ricarica, settandone anche un livello massimo e trovare sulla mappa le colonnine.

Il prezzo della versione standard parte da 105.000€ mentre per la RS ci vogliono almeno 147.000€ che con gli optional della vettura in prova arrivano a 170-180.000€. Sicuramente si tratta di un bell’investimento ma che si tratti di uso sportivo, uso quotidiano o uso in pista non delude veramente mai.