Rimani sempre aggiornato su tutti i video, iscriviti al canale!

Test NIU MQi GT Scooter ELETTRICO

Questo NIU MQI GT sarebbe un modello di fascia inferiore rispetto all’NGT provato l’anno scorso ma in realtà mi è piaciuto di più, sarà il maggiore spazio a bordo, sarà la sella più grande o gli pneumatici da 14″ che insieme alle nuove sospensioni restituiscono un maggior comfort. Sarà per un mix di tutto questo ma mi ha convinto!

Il cruscotto è LCD e da tante informazioni, velocità massima, batterie, ricezione GPS e SIM Sulla sinistra c’è il pulsante per il cruise control, gli hazard, il pulsante per gli abbaglianti, gli indicatori di direzione e il clacson, molto importante su di un mezzo elettrico e in questo caso è abbastanza potente. Sulla destra invece c’è il comando per impostare la modalità di guida, il selettori per impostare l’automatismo dei fari, dotati di sensore crepuscolare ed i pulsanti per accendere e spegnere lo scooter.

Nei miei giri di prova ho notato la comodità che riesce a trasmettere, merito sia delle ruote da 14″ 110/80 e 90/90 che delle nuove sospensioni, e anche la maneggevolezza in mezzo al traffico. L’accelerazione non è bruciante soprattutto in due, da solo sale di un 20% ma resta non paragonabile a quella di un 125cc termico, diciamo lui è a metà fra un 50cc e un 125cc. Andando in modalità dynamic invece che sport la velocità massima scende da 70 a 55 km/h e l’accelerazione diminuisce ma per la città resta comunque accettabile. In e-save invece diventa praticamente in utilizzabile, limitando la velocità a 25km/h.

La frenata è ottima, con la leva di sinistra si ha un’azione combinata con in prevalenza il freno posteriore, con quella di destra invece si agisce solo su quello anteriore. Non mi ha fatto impazzire la frenata rigenerativa, troppo blanda e non modulabile, non corrisponde all’intensità della forza applicata sulla leva del freno e questo fa sì che venga rigenerata molta meno energia di quella che si potrebbe.

L‘autonomia dichiarata è di 70/80km e mi è sembrata veritiera, da segnalare però che una volta scesa sotto al 15% va automaticamente in modalità risparmio e le prestazioni calano drasticamente.

Con il caricabatterie rapido la ricarica avviene in 4,5/5 ore ed avendo la ventola è un po’ rumoroso. Le batterie sono due, da 3kWh ciascuna.

Grazie alla SIM lo scooter è sempre connesso e geolocalizzato, ci avvisa se quando è con l’antifurto inserito qualcuno prova a spostarlo. Dall’applicazione si può controllare anche lo stato di salute della batteria, con i grafici che riportano il numero di cicli compiuti e l’andamento di cariche e scariche e i vari percorsi compiuti. Si può anche monitorare lo stato di salute delle componenti elettroniche. Gli aggiornamenti ci sono e arrivano via OTA.

L‘illuminazione è completamente a LED, sia davanti che dietro e la luminosità è abbastanza buona.

Il prezzo di listino è di 3399€ che con il 30% di sconto, confermato per il 2021, arrivano a 2300€ e scendono a 2000€ se avete anche qualcosa da rottamare. In generale si tratta di uno scooter che mi è piaciuto, soprattutto per i tragitti urbani, in città si hanno grandi soddisfazioni ad andare in elettrico.