Rimani sempre aggiornato su tutti i video, iscriviti al canale!

BMW Serie 4 430i. La TECNOLOGIA. PLAY da Xiaomi Mi11

Design molto discusso per questa BMW Serie 4 2021. Piacere di guida, tanta tecnologia e… A ME PIACE!

Proprio il frontale, fonte di polemiche a causa del nuovo doppio rene diventato grandissimo, a me piace e conferisce grande aggressività. Sempre sul frontale, nota di merito per i fari BMW Laser, illuminazione pazzesca e gestione intelligente del fascio luminoso grazie alle telecamere montate sul parabrezza che vanno a capire cosa c’è davanti alla strada.

Le ruote sono differenziate per quanto riguarda la sezione, 225 – 40 -R19 all’anteriore e 255 – 35 – R19 al posteriore.

Io ho in prova la versione M sport dove la cattiveria fa da padrona. I cerchi sono neri e mettono in risalto le pinze freno verniciate di blu.

Nonostante sia una vettura coupè ha una grandissima capacità di carico: 440 litri con anche la possibilità di andare ad abbattere la sezione centrale per caricare degli sci. Nel bagagliaio si può decidere se chiudere solamente il baule o chiuderlo e contemporaneamente chiudere tutta la macchina.

L’accessibilità ai sedili posteriori non è comodissima in senso assoluto, ma buona dato che si tratta di una vettura a tre porte. Dietro io sto comodo, ma persone alte circa 1,75m sfioravano il tetto e dovevano abbassarsi un pochino. La sellerie è veramente ottima e sono presenti gli isofix molto facili da raggiungere. Anche dietro c’è la climatizzazione automatica e sono presenti anche due prese per la ricarica USB-C.

Davanti troviamo dei sedili elettrici con regolazione anche della lunghezza ed anche la possibilità di avere il massaggio ed il condizionamento. I Pannelli porta sono molto rifiniti con l’unica pecca per quanto riguarda il vano porta oggetti che non è rifinito con un materiale morbido e provoca rumori quando poggiamo dentro qualcosa. La plancia è molto pulita e ben rifinita con dei pulsanti fisici ed il rotore utili per controllare l’infotainment senza dover utilizzare il touch.

La chiave può diventare virtuale ed essere integrata nel wallet di iPhone. Per quanto riguarda la chiave elettronica è possibile invitare altre persone all’utilizzo della vettura semplicemente da applicazione con anche la possibilità di dare dei profili e decidere anche se limitarne l’utilizzo. Quando utilizziamo la chiave elettronica, per avviare la vettura, lo smartphone deve essere inserito nell’apposita piastra posizionata in basso sulla plancia (dopo l’avvio lo smartphone può essere spostato).

Il sistema infotainment è quello di ultima generazione che ho provato approfonditamente quando ho utilizzato la BMW 530e, articolo a cui vi rimando per approfondire. Presente la piastra per la ricarica wireless, Android Auto e CarPlay ed intelligentemente, anche una porta USB-A oltre alle USB-C in modo da avere un mix di porte che riesce ad accontentare tutti.

La versione da me provata è la 430i dotata di motore quattro cilindri longitudinale con trazione posteriore e 258cv abbinata ad un cambio ZF a 8 rapporti. In base alla modalità di guida selezionata la macchina cambia tantissimo in prestazioni ed anche in consumi. Secondo me questa versione è quella che ha più senso, paga un po’ di superbollo, ma resta la versione preferibile.

Le sospensioni sono meccaniche, ma hanno una taratura che va bene per tutti i contesti ed anche a livello acustico, nonostante i cerchi da 19, non c’è a lamentarsi.

Il cruise controll adattivo è davvero evoluto che può arrivare fino a 0 e ripartire sola quando, tramite un sensore, rileva che stiamo guardando la strada. In generale di ADAS sono tutti tarati molto molto bene. Riconosce i segnali staradali ed ha anche la possibilità di impostare un limite automaticamente.

Come nella 530e, le quattro fotocamere posizionate sulla vettura creano la sensazione di avere una regia nel cruscotto. Vengono indicate le linee di dove andremo a finire girando il volante e quando ci avviciniamo ad un ostacolo la vista viene spostata e ci fa vedere più da vicino la distanza dall’ostacolo. Si può anche impostare la vista a 360° con la possibilità di cambiare la telecamere ed avere vari punti di visualizzazione. Penso questo sia il miglior sistema di videocamere a 360° che io abbia mai provato.

La macchina memorizza sempre gli ultimi 50 metri percorsi ed inserendo la retromarcia c’è la possibilità di farli percorrere a ritroso in maniera autonoma. Funzione comodissima quando ci andiamo ad imbattere in una strada sbagliata senza possibilità di fare manovra.

Tramite la funzione Drive Recorder la macchina fa una registrazione tramite le quattro fotocamere della vettura. In caso di incidente la funzione si attiva automaticamente. Il filmato si può anche esportare su chiavetta USB.

BMW con questo ultimo sistema infotainment ha fatto un lavoro ottimo. Penso sia il migliore per tarature, completezza e sinergia tra tasti e touchscreen. Questa 430i mi è piaciuta decisamente, parte da 50.000 euro, ma per averla accessoriata come la versione da me provata si deve salire fino a 75.000 euro. Complimenti a BMW per la tecnologia inserite nelle sue ultime vetture, ottima!