Rimani sempre aggiornato su tutti i video, iscriviti al canale!

La TECNOLOGIA di HONDA CR-V Hybrid

E’ una vettura più elettrica che termica. E’ infatti dotata si di un i-VTEC quattro cilindri a ciclo Atkinson da 2.0 litri con potenza massima di 107 kW (145 CV) a 6.200 giri/min. ma ha anche un motore elettrico da 135 kW (184 CV) con una coppia di 315 Nm. In più, montato in serie, un secondo motore, uguale, che funge da generatore.

Non è una plug-in ma la batteria è capiente per essere un’ibrida. Circa 3 Kwh che si traducono in una buona capacità di immagazzinamento dell’energia prodotta in fase di rallentamento e frenata. Si parte sempre elettrici ed in città i consumi sono davvero bassi. Con il piede leggero si riescono anche a fare i 20 km/litro, mediamente non si va mai sotto i 18. Idem nel misto mentre in autostrada, dove il sistema lavora decisamente meno, si allineano ad una termica tradizionale.

Per diminuire il rumore ed aumentare il comfort di guida la trazione è principalmente elettrica con il motore disaccoppiato dalle ruote che fa girare il generatore per la corrente necessaria al moto. Quando si chiede tutta la potenza si chiude una frizione ed anche il motore termico si accoppia alla trasmissione, che può essere a 2 o a 4 ruote motrici in base al modello. In più c’è un sistema di cancellazione attiva del rumore (tramite microfoni ed altoparlanti) che aumenta ancora di più silenziosità e comfort. E sono queste le doti che mi sono piaciute di più di questa CR-V. Mi è piaciuto meno il cambio e-cvt (effetto scooterone quando si chiede la massima potenza al sistema) ma nel complesso della vettura e del suo carattere ci stà, visto che sono rari i casi in cui il motore termico deve girare ad alti regimi.

Presente l’assistente di corsia, la frenata automatica di emergenza, il riconoscimento dei cartelli stradali, l’head up display (buono anche se montato su pateletta).

Infotainment con tante funzioni ma con un’interfaccia utente probabilmente disegnata da un ingegnere giapponese! C’è poca attenzione alla grafica ma si bada al sodo con Android in background che permette anche l’installazione di app. Fortunatamente ci sono sia Android Auto che Car Play.

Tanto spazio a bordo, tanto comfort e bassi consumi (decisamente più bassi se si confronta con la stessa versione ma solo 1.5 turbo benzina). Ecco la sintesi di questa CR-V Hybrid che, alla fine, costa anche il giusto. Si parte da 33.650 euro fino ad arrivare a 45.000 per la 4wd full optionals!