Rimani sempre aggiornato su tutti i video, iscriviti al canale!

La TECNOLOGIA di HONDA JAZZ PLAY da IPHONE 12

Questa nuova Honda Jazz è davvero molto interessante, il mio è un modello con un motore benzina abbinato a ben due motori elettrici.  Uno dei motori elettrici funge da generatore e l’altro da trazione. Il tutto consente di avere tre modalità di guida.

La tecnologia è uno degli aspetti che mi è piaciuto tanto di questa Honda Jazz unito alla furbizia e alla gestione degli spazi.

Il design è figlio della spaziosità interna che ha davvero dell’incredibile. Il portellone posteriore ha una soglia di carico davvero bassa e la spaziosità incredibile, circa 300 litri. Quando abbassiamo lo schienale dei sedili posteriori questo si sposta in modo da formare un piano completamente piatto così da facilitare il carico di oggetti particolarmente ingombranti.

Al posteriore lo spazio per le gambe è davvero tanto per essere una vettura lunga 4 metri. Nel vano posteriore roviamo due prese USB-A ma purtroppo non troviamo le bocchette per regolare la climatizzazione.  Troviamo la terza cintura di sicurezza vista l’omologazione per 5 passeggeri.

Sul sedile anteriore, la prima cosa che si nota appena seduti è l’estrema visibilità. Gli interni sono giovanili con rivestimenti in simil  jeans. C’è la possibilità di riscaldare i sedili.

Il volante è molto ben fatto e con tanti pulsanti e tutti ben raggiungibili. Il volante può essere riscaldato.

La vettura è dotata di cruise control adattivo con capacit di arrivare anche fino a 0 Km/h.

Pur non essendo una vettura Plug-In Hybrid si comporta molto come una vettura elettrica e questo significa che è ben ottimizzata ed integrata.

Gli ammortizzatori sono ben tarati, un buon compromesso tra mordbidezza e rigidità, forse in Honda potevano fare un lavoro migliore per quanto riguarda l’insonorizzazione. Si sentono leggermente le buche e le rotaie.

In autostrada i due motori spingono veramente molto molto bene. a 130Km/h la rumorosità del motore è veramente bassa.

Consuma poco. circa 4l/100Km, a riprova del fatto che il sistema è ben integrato ed ottimizzato.

L’infotainment è notevolmente migliorato, i comandi vocali sono ottimi e non richiedono un comando preciso, si adattano alle richieste anche utilizzando un linguaggio natuare. C’è la possibilità di avere un WiFi a bordo facendo un abbonamento e di collegare gli smartphone tramite Android Auto ed Apple CarPlay. Presente la retrocamera con anche la possibilità di zoommare e di avere la vista dall’alto.

Il prezzo di partenza è di 22.500 euro, il listino degli optional non è lungo e porta la vettura fino a 27.000 euro circa. Una vettura che dal punto di vista estetico non ha tantissimo appeal ma che dal punto di vista pragmatico ha delle soluzioni che mi sono veramente piaciute un sacco.