Rimani sempre aggiornato su tutti i video, iscriviti al canale!

TELEFONO CELLULARE ai BAMBINI che SIM? Che FILTRI? Che TARIFFA? CONFRONTO Wind, Vodafone, Tim

La prima di due puntate (o chissà, magari di più se man mano che esplorerò questo mondo mi renderò conto serviranno) dedicata al tema del dare il primo cellulare in mano ai bambini. E si parte dall’inizio, ovvero dalla SIM. Gli operatori principali fanno tariffe ad hoc per i bambini che comprendono anche applicazioni per il monitoraggio ed il filtraggio dei dati. Le ho provate tutte! QUI LINK PUNTATA 2

Vodafone

L’offerta Under 15 di Vodafone si chiama Shake Remix Unlimited Junior e costa 9.99 euro al mese con in regalo 12 mesi di abbonamento all’applicazione Keepers. L’offerta comprende: 20 Gb di traffico dati, 300 minuti di chiamate (+ minuti illimitati verso 2 numeri Vodafone), 50 sms e traffico dati illimitato per: Tik Tok, Google Maps, WhatsApp e Instagram.

Per la sim Vodafone ho pagato 20 euro di ricarica da cui vengono poi detratti i 9.99 del primo mese ed i 6.90 di attivazione. La sim è intestata direttamente a mio figlio ed io figuro come richiedente. Il tutto risulta pure da contratto. Necessari dunque i miei documenti e quelli di mio figlio.

La prima tirata di orecchie per Vodafone riguarda l’attivazione del Parental Control tramite l’applicazione. Questo restituisce un errore quando provo ad inserirlo. Pazienza, è un parental control sotto rete Vodafone, che viene Bypassato una volta utilizzato il WiFi.

Keepers è inclusa per 12 mesi in Shake Remix Unimited Junior (dopo 3.99 euro mese). Permette di monitorare nel profondo lo smartphone del bambino tramite l’impostazione di filtri per determinati contenuti, la possibilità di tracciare un percorso degli spostamenti, inviare uno screenshot quando vengono utilizzate determinate parole ritenute pericolose dall’intelligenza artificiale di Keepers. Su quest’ultima funzione ho fatto varie prove, non è proprio precisissima, ma interessante. Dall’app è possibile inserire un blocco di applicazioni specifiche per fasce orarie e giorni della setimana. Questa applicazione è teoricamente molto molto buona, ma ha il GROSSO difetto di essere molto molto inaffidabile. Spesso sono incappato in bug e disconnessioni che ne hanno impedito l’utilizzo. Funziona a fasi alterne e un’applicazione così delicata deve funzionare sempre.

WindTre

L’offerta di WindTre si chiama Junior e costa 6.99 euro al mese. Comprende: 30Gb di traffico dati, Minuti illimitati verso WindTre, 100 minuti verso altri operatori fissi o mobili nazionali e l’app Family Protect inclusa. Mi è piaciuto il blog ad hoc dedicato ai figli e all’iniziazione al mondo degli smartphone.

Per attivare la Sim ho dovuto lasciare il mio documento e quello di mio figlio così da inserire come reale utilizzatore mio figlio e me come proprietario. In più mi è stato chiesto il mio numero di cellulare così da inserire a sistema il numero del genitore. Il tutto è costato 20 euro: 6,99 euro per l’attivazione, 6.99 euro per il primo mese dell’offerta ed i restanti come credito telefonico.

Wind ha la sua applicazione Junior Protect che lato figlio non offre molte opzioni, ma ne offre davvero tante e fatte bene lato genitore.

Ve lo dico subito, è l’applicazione fatta meglio di tutte. Nella home dell’applicazione c’è subito un bel tastone che permette di spegnere internet facendo si che non si possa più navigare non solo sotto rete Windtre, ma anche sotto WiFi. Questo perchè quando si installa l’applicazione viene installata anche una VPN.

Rispetto a Keepers qui non c’è la possibilità di andare a visualizzare tutto il percorso svolto dal proprio figlio, ma solamente di visualizzarne l’ultima posizione. Secondo me meglio così per il discorso privacy, non è bello avere la possibilità di pedinarlo.

Presente la possibilità di attivare dei recinti virtuali e ricevere la notifica quando si entra o esce da questi recinti. L’applicazione fornisce la possibilità di attivare dei limiti temporarli all’utilizzo di determinate app o dello smartphone in generale. Il filtraggio dei contenuti funziona molto bene.

Possibile andare a bloccare, sito per sito, quelli che non vogliamo siano navigabili.

Tutto funziona molto bene e da remoto è anche possibile monitorarelo stato di batteria dello smartphone.

Tim

L’offerta di Tim si chiama: Junior e costa 7.99 euro al mese. Comprende 10Gb di traffico dati (illimitati per le chat), internet sicuro e minuti illimitati verso due numeri Tim. Diventa 4.99 euro, in promo, se si ha già Tim Unica attiva.

Un calvario attivare la sim, ma ce l’abbiamo fatta. Il tutto è costato 39 euro di cui 36euro per 6 mesi di offerta Junior (dopo 7.99 euro/mese) ed il costo dell’attivazione.

Tim Protect permette di settare delle regole alla navigazione come dei limiti di tempo, di spegnimento o filtraggio dei contenuti. Funziona bene, ma secondo me ha il grosso limite di non avere una applicazione per lo smartphone del genitore. In questo caso il genitore deve impostare le regole attraverso lo smartphone del figlio. Tirata di orecchie per la mancanza della disconnessione automatica, che se dimenticata permette al bambino di modificare le regole a proprio piacimento.

Presente la possibilità di andare a visualizzare l’ultima posizione del dispositivo con anche la possibilità di bloccarlo e cancellarne i dati. Purtroppo, nell’eventualità lo avessi smarrito, dovrei collegarmi da un altro dispositivo e l’avere una sola licenza causerebbe problemi. Insomma, non comodissimo.

La mia scelta

Io, per adesso, ho scelto WindTre. Secondo me è quella che offre i servizi migliori, l’applicazione migliore, i filtri migliori ed anche la tariffa più conveniente.