Rimani sempre aggiornato su tutti i video, iscriviti al canale!

Recensione XIAOMI Mi BAR impianto audio 4.1

Elio direbbe:”dio bono come pompa!”. E, in rapporto al prezzo di vendita, per questa sound bar di Xiaomi è proprio così. Dopo la delusione all’apertura del pacco, materiali a prima vista un po’ economici, grigliette in tessuto acustico non removibili, assenza ingresso audio ottico, la prova e l’ascolto mi hanno fatto cambiare parere.

ATTENZIONE: non siamo davanti a un impianto “esoterico“, ma per poco più di 400 euro si riesce a sonorizzare una sala. Ma non solo. Questa Mi Bar è sostanzialmente un box Android con intorno un sistema audio.

Purtroppo è pensata per il mercato cinese. All’accensione sarà tutto in quella lingua. Ma, in calce a questa recensione, vi lascio un paio di link che vi aiuteranno moltissimo e tramite i quali potrete non solo trasformare in inglese i menù principali, ma anche per fare root e installare le google app. Quindi YouTube, play video ecc ecc…..Per le app non google non serve il root e basta copiare gli APK su una chiavetta e installarli. Io ho provato con Kodi che funziona alla perfezione.

Ottimo i chip di upscaling video che porta qualsiasi sorgente al 4k 50 o 60hz e che decodifica anche l’audio dolbyATMOS lossless trueHD 7.1. Ovviamente veicola sui 4 canali (2 frontali composti da 2 mid e 1 tweeter per canale e 2 posteriori composti da 1 mid e 1 tweeter) i 7 canali originari. Più il sub che ha una risposta in frequenza tarabile fino a 150 Hz. Purtroppo il collegamento con il sub è via cavo. I satelliti posteriori sono wireless per l’audio e cablati per la corrente. Quello che non mi piace è il fatto che il primo satellite va collegato al secondo per l’alimentazione.

Ci sono 3 ingressi HDMI di cui uno ARC ed è l’unico modo per collegare una TV alla barra per l’audio di ritorno a meno non abbiate una TV con uscita digitale analogica. Altra pecca il fatto che il sintonizzatore analogico e digitale non sia compatibile con le trasmissioni DVBT italiane. Presenti 2 usb ma utile solo una, 3.0, l’altra ha inserito il dongle wireless di comunicazione con i canali posteriori. Ovviamente tramite wifi o rete cablata è possibile pescare i file da DLNA o NAS.

La parte smart gira senza indecisioni e decodifica/riproduce tranquillamente anche HDR in h265 50mb/s 4k. L’audio, come dicevo prima, è avvolgente e potente e anche il sub non distorce nemmeno a volume massimo, producendo bassi di notevole impatto nonostante il cono non abbia un grande diametro. Unica pecca la poca spazialità del fronte sonoro anteriore derivato dal fatto che i tweeter non sono distantissimi tra loro. Ma il centrale viene ben simulato dal canali laterali.

Nel complesso la Mi Bar, come quasi tutti i prodotti Xiaomi, convince parecchio per il rapporto qualità prezzo. Peccato che sia per utenti consapevoli!

SPECIFICHE:

CPU – Mstar 6A928,Quad-core 1.4GHz Cortex-A17
GPU – Mali-760 MP4, 4 + 4-core
RAM – 2GB,DDR3
Memoria – 8GB,eMMC 5.0
WIFI – Dual-band 2.4 / 5GHz, 802.11a / b / g / n / ac, support Beamforming
3 HDMI, 1 VGA, 1 AV Composita, Ethernet, Audio Jack 2.5mm

MANUALE ISTRUZIONI IN INGLESE

Link alla discussione e ai file per decinesizzarla

 

Xiaomi Mi Home Theatre 4.1 Bluetooth
Xiaomi Mi Home Theatre 4.1 Bluetooth
Scegli spedizione Italy Express per non pagare i dazi
SCOPRI