Rimani sempre aggiornato su tutti i video, iscriviti al canale!

Recensione PANASONIC TV OLED 55 GZ2000

Non è una televisione ma è forse un sogno erotico di tutti gli appassionati di TV, è il fiore all’occhiello di Panasonic. Ha un pannello OLED 4k HDR10+ da 55” fornito da LG ma buona parte dei componenti è fatta in casa, sfruttando la grande esperienza in merito dell’azienda.

Il peso è di ben 33 kg compresa la base, con dimensioni da 1225 x 783 x 310 mm. Molto bello il design, molto bella la base, la fascia più pronunciata in basso è una vera soundbar.

Questo Panasonic è anche smart ma l’anima smart non è il suo forte, questa è una televisione che si compra per la sua qualità delle immagini: il pannello è davvero eccezionale, praticamente già tarato (ho dovuto cambiare davvero pochissimo).

L’audio è da 140W (due da 40W e tre da 20W), non distorce assolutamente anche al volume massimo. E’ vero, su una televisione di fascia alta è sempre consigliato dedicargli un bel sistema 5.1 ma, se non avete molto spazio, ha comunque una qualità paragonabile a quella di una buona soundbar. Cosa gli manca? La spazialità c’è, grazie alle due casse sul retro che sparano l’audio verso l’alto, mancano però i bassi.

Il comparto porte prevede quattro HDMI con supporto al 4k 60fps, tre USB common interface, la porta LAN, RCA, uscita audio ottica, il jack da 3.5 mm e offre connettività BT e WiFi. Il sintonizzatore è di tipo DVB-T/T2/DVB-S2/DVB-C.

Il sistema operativo è proprietario, My Home Screen 4.0. Di applicazioni non ce ne sono troppe ma le principali sono presenti tutte.

Sul telecomando c’è il tasto dedicato a Netflix, per quale è possibile abilitare una taratura ad hoc, video per video, che fa la differenza. Per tutti i restanti contenuti c’è comunque una sezione dedicata che permette di migliorare la qualità dell’immagine tramite algoritmi che trovo funzionare davvero bene (anche se i puristi dell’immagine non sono soliti apprezzare).

Cosa non mi piace? La parte smart è un po’ carente, non c’è la ricerca vocale e magari ci vorrebbe un telecomando migliore.

Il suo punto forte è senza dubbio la qualità di questo pannello che, ripeto, viene da LG ma c’è buona parte del lavoro fatta da Panasonic stessa.

Il prezzo? 3500 euro questa versione e 4500 euro per la versione da 65”. I pannelli OLED ormai si vedono bene su quasi ogni brand, qui si paga quello scarto che c’è tra un OLED qualsiasi e un OLED ottimo, un po’ come i ciclisti che hanno una buona bici ma sono disposti a pagare tanto per avere una bici anche solo un filo più leggera.

Ne vale la pena? Sicuramente la visione è al top, anche se alla metà del prezzo si trovano televisioni che si vedono un filo meno bene. Ma Panasonic si becca i miei complimenti, mi è piaciuta!