Rimani sempre aggiornato su tutti i video, iscriviti al canale!

La E-MTB più SMART! SPECIALIZED TURBO LEVO M5

Questa Specialized TURBO LEVO M5 è una Mountain Bike elettrica curatissima sia nei dettagli che nel software. L’applicazione companion è fatta davvero bene, se dovessi fare un parallelismo con il mondo degli smartphone la definirei la Apple delle eMTB. In questo allestimento base però non mi ha convinto molto il montaggio mentre mi ha convinto MOLTISSIMO il motore. Potente e con un software di controllo davvero ben fatto.

La versione da me provata è la base, l’attacco della gamma Turbo Levo, la M5.

Il telaio è realizzato in alluminio verniciato con una colorazione nera opaca. Anche il carro posteriore è in alluminio con L’FSR (un disegno del carro che rende l’ammortizzatore indipendente da frenata e/o tiro della catena) e che termina con un ammortizzatore.

Il motore è un Brose ingegnerizzato insieme a Specialized e creato appositamente per questo telaio. Ha una super coppia di 90Nm e la trazione a cinghia che lo rende super silenzioso.

Il cambio e i freni sono realizzati da Sram, troviamo 12 pignoni per quanto riguarda il calbio e 12 mm di disco sia all’anteriore che al posteriore per i freni.

Molto curati i dettagli, come ad esempio un attrezzino utile in emergenza riposto alla base della borracia.

La batteria è da 500Wh ed è integrata nel tubo obliguo. C’è la possibilità di estrarla attraverso una brugola, non proprio semplice ma nemmeno tanto difficile da richiedere l’intervento di un’officina. Tenendola sempre in turbo si riescono a percorrere 1000 metri più 15Km in pianura su asfalto.

Sul manubrio troviamo il comando per modificare il livello di assistenza che vogliamo ricevere. I livelli sono tre e vengono segnalati da un led posizionato nel telaio insieme all’indicatore della batteria. Insieme al comando per modificare l’assistenza troviamo la leva che permette di abbassare la sella telescopica. Non c’è un display, questo può essere acquistato a parte.

L’applicazione, che gira sia su Android che iOS e comunica via Bluetooth, è un vero valore aggiunto e permette di cucirsi addosso la Turbo Levo. Le potenzialità sono tantissime, in particolar modo quelle riguardanti l’erogazione di coppia del motore. Come dicevo, i livelli di potenza sono tre e tutti personalizzabili attraverso l’applicazione. Possiamo regolare:

  • Livello di supporto del motore
  • Potenza di picco
  • Risposta accelerazione
  • Shuttle

Tutti parametri che permettono di regolarla nel fino e a proprio gusto. L’applicazione presenta anche un punto di domanda che spiega precisamente ogni parametro cosa va ad influenzare.

Le impostazioni possono essere salvate a set così da parametrare i vari livelli di potenza in base al percorso che andate a fare. L’applicazione permette anche di andare a memorizzare i percorsi e tutti i parametri riguardanti quest’ultimo.

Lo Smart control permette, tra le altre cose, di autoregolare il motore in modo da permettervi di conservare una percentuale di batteria da voi impostata.

Andando ad abbinare una fascia cardio allo smartphone, l’assistenza si regolera in automatico in modo da mantenere la vostra soglia di battito entro quella da voi impostata, super super smart!

Mi è piaciuta, molto, è una bici adatta al 90% delle persone, molto semplice ed intuitiva. Grande la reattività del carro posteriore, ma quello che mi ha stupito di più è la potenza del motore, davvero incredibile, può praticamente essere utilizzata come una moto da cross permettendovi di fare una fatica quasi vicina allo zero. Questa grande potenza vi tira anche fuori da situazione scomode. Non mi hanno fatto impazzire i freni, la forcella (non per l’escursione, quanto più per la precisione) e come è montata, anche se c’è da ricordare che questa è la versione base.

Nonostante sia la versione base non costa poco, 5200 euro. Se dovessi acquistare, probabilmente non prenderei questa ma prenderei la versione Comp che è montata Shimano ed un po’ meglio, ma che costa 6800 euro.

Insomma, una bici semplice che mi è piaciuta un sacco anche per quanto riguarda la parte smart!

 

Un GRANDE GRAZIE a la NUOVA CORTI che mi ha dato in test la MTB