Rimani sempre aggiornato su tutti i video, iscriviti al canale!

HYUNDAI IONIQ 5 Test Drive, tecnologia, autonomia, prezzo

Ho avuto la possibilità di provare in anteprima la nuova Hyundai IONIQ 5. Un vero e proprio concentrato di tecnologia, 100% elettrica, carica a 350 Kw, trazione integrale, buona autonomia e prestazioni. Ecco la prima presa di contatto.

Design

I fari anteriori sono a matrice di LED con una disposizione molto particolare, come fossero costituiti da pixel. Molto bene integrati sono i sensori per gli ADAS, praticamente invisibili.

In taglio laterale spiccano le maniglie a scomparsa, i cerchi da 20″ con pneumatici 225/45 e una linea assolutamente iconica e inconfondibile.

Posteriormente ritroviamo la tecnologia LED Matrix che con il suo effetto pixel riprende il tratto distintivo visto all’anteriore. Il baule è da 527 litri che diventano 1187 una volta abbattuti i sedili 60/40. Al suoi interno troviamo luci led, presa 12v e un doppiofondo nel quale stivare i cavi di ricarica e altri accessori.

Interni e Tecnologia

La lunghezza è di 4.65m ma il passo di 3 metri, quindi questo significa grande abitabilità interna. Il pianale è di quelli studiati da zero per le elettriche e dentro il pavimento appare completamente piatto, senza nessun ingobro fra i sedili destro e sinistro, sia davanti che dietro.

Le telecamere esterne permettono di godere della tecnologia di visuale 360° anche laterale, c’è anche l’head up display con realtà aumentata e l’illuminazione avvolgente effetto lounge. Dall‘Infotainment si possono settare le modalità di guida, l’illuminazione, la frenata rigenerativa e gestire la navigazione, anche in split-screen.

Dietro troviamo molto spazio, anche con i sedili anteriori tirati molto indietro, abbiamo a disposizione  le bocchette dell’aria, due prese USB e il bracciolo porta oggetti. Tutto il divanetto posteriore può scorrere avanti e indietro elettricamente.

Il tetto è ricoperto da pannelli solari, comandabili da remoto tramite applicazione.

Batteria, Autonomia e Motorizzazioni

La batteria è di 58kWh in versione base e 72.6kWh per la versione più performante. La carica fast in DC arriva a ben 350kW, con i quali si passa da 10 all’80 in 18 minuti quella in AC a 10.5kW in6torno alle 5 ore per la 58, 7 per la 76kWh.

Con la batteria da 58kWh si può avere il motore a trazione posteriore da 125kw di potenza, con 350Nm di coppia, con quella da 72,6 invece si può avere la trazione posteriore da 160kW o quella integrale con 70kW all’anteriore più 155kW al posteriore con 605 Nm.

L’autonomia rilevata in questa breve prova va dai 300 ai 450km.

Test Drive

Scatta da 0-100 in 8.5 secondi con la posteriore o 5.2 secondi con quella a trazione integrale.

Io ho in prova un prototipo della versione integrale, che dimostra da subito la grande accelerazione. La posizione di guida è abbastanza alta e si ha tantissimo spazio a disposizione.

Il cruise control adattivo simula il nostro stile di guida e permette di settare la distanza dal veicolo che ci precede e oltre a lui c’è anche il mantenitore di corsia attivo. Entrambi mi sono sembrati ben tarati. La frenata rigenerativa si può settare su varie posizioni, da quella meno invasiva a quella che corrisponde alla guida one pedal, con la massima rigenerazione possibile.

L’assetto è tarato sul morbido, sul comodo e l’avere la coppia sul posteriore permette di divertirsi un minimo.

Prezzi

Parte da 44.750€ la versione con 58kW per arrivare a poco più di 60.000€ per la versione integrale e con la batteria maggiorata.

È una vettura che mi è piaciuta molto, comoda ma con delle buone prestazioni, bella e originale nel design e, ovviamente, piena di tecnologia! Spero di provarla in versione definitiva non appena uscirà.