Rimani sempre aggiornato su tutti i video, iscriviti al canale!

AGGIORNAMENTO CANTINETTA Gennaio 2020

Siamo a gennaio, ad un mese dal Mobile World Congress di Barcellona, ed è arrivato il momento di parlare della mia cantinetta: chi entra? Chi esce? Chi aggiorna? Un resoconto breve degli aggiornamenti apportati ai device della mia cantinetta:

iPhone 11 Pro, che resta alla release 13.3 , su iPhone 11 ho installato la beta2 13.3.1 che porta bug fix e tante Memoji in più. Si parla dell’arrivo di un nuovo compatto, Apple starebbe inoltre lavorando per rimpicciolire la tacca. iPhone 7 rimane alla 13.3, come 11 Pro.

Galaxy S10 Plus  porta le patch a gennaio ma ormai è alle porta il Galaxy S20, il quale punterà tutto sul comparto multimediale, e il Fold 2, previsti per l’11 febbraio. Note 10 riceve invece un aggiornamento che porta Android 10 e le patch di gennario, l’ho portato al CES e si conferma il più versatile per uso quotidiano! Su A8 2018  con Android 9 Pie,  aggiornamenti e patch a dicembre, A50 si aggiorna alle patch di gennaio. Mentre su S7 arrivano le patch di dicembre, molto bene visto che entra nel suo quarto anno di vita.

In casa LG  invece LG G8s e LG V50 ThinQ non si aggiornano, patch ferme a maggio, e pare in arrivo il V60 5G con doppio display. Il G6 rimane fermo. Ci sono comunque delle novità comunicate dall’azienda che annuncia la prossima disponibilità dell’aggiornamento ad Android 10 per LG V40, V50, G8X, G8S, G7, K50S, K40S, K50 e Q60, si partirà dal V50 ThinQ e seguirà nel Q2 il G8x ThinQ, i restanti in elenco si aggiorneranno nel Q3 2020.

Honor 10 riceve le patch di dicembre, Honor 9 Lite riceve le patch di sicurezza di dicembre!  Honor 20 Pro riceve le patch di novembre con qualche miglioramento. Dovrebbe arrivare a breve il View 30 Pro e un PC con Ryzen, oltre ad uno Smartwatch.

In casa Huawei il P30 Pro  con patch aggiornate a dicembre e miglioramenti nella stabilità. A Barcellona uscirà il P40, faranno in tempo a fare pace con gli USA? (qui il video sul come vivere senza servizi Google) Probabile anche l’arrivo del nuovo Mate X (anche se il vecchio non è mai uscito). Il mio Mate 20 Pro, invece, riceve Android 10 con le patch di ottobre ma non è disponibile in commercio.

Xiaomi Mi9 si ferma per questo mese. Mi Note 10 si aggiorna alle patch di gennaio e riceve un aggiornamento sulla conformità privacy, mentre Pocophone F1 si ferma ma arriva a breve il POCO F2. Mi A3 riceve le patch di gennaio, il Redmi Note 7 e Xiaomi Mi 9 T  non ricevono alcun aggiornamento. Il Redmi Note 8 Pro che riceve un aggiornamento ma le patch rimangono di novembre.

Sony XZ1 si ferma con le patch di settembree Sony Xperia One si ferma dopo il problema dell’aggiornamento ad Android 10, il 24 febbraio alle 8:30 dovrebbero presentare il suo successore.

Pixel 4 XL riceve le patch di gennaio e si inizia a parlare dell’arrivo di un Pixel 4A, il Pixel 3a riceve le patch di gennaio. Il OnePlus 7t Pro cui aggiorna con le patch di novembre, qualche miglioramento lato foto e gestione RAM, presto arriverà OnePlus 8 e spero facciano tesoro di quanto fatto vedere al CES.

Oppo Reno 10X riceve le patch di gennaio ancora su Android 9 ma mi pare si sia data una svegliata con gli aggiornamenti, a MWC vedremo grandi novità (Find X2?). Restando in Cina, il Meizu 16th non riceve alcun aggiornamento, ma mi sarei stupito del contrario… Restando in casa Oppo, Realme 3 Pro lascia il posto al Realme 5 Pro che arriva con le patch di dicembre e qualche bug fix,  il Realme X2 Pro che riceve un aggiornamento con le patch di dicembre, qualche miglioramento alla fotocamera con l’arrivo dei video HDR. Entra in cantinetta anche Oppo Reno 2Z che non riceve aggiornamenti.

Moto G7 Plus lascia il posto al Moto G8 Plus che non riceve aggiornamenti e non si connette al WiFi, mentre Moto Z3 Play non riceve alcun aggiornamento, patch a novembre.  Asus Zenfone 6 riceve un aggiornamento che porta le patch a novembre, Zenfone 7 pare ancora lontano ma speriamo nell’OLED.

Nel tamerrimo Alcatel A5 led, nessun aggiornamento ed anche qui mi sarei stupito ci fosse stato qualcosa di diverso.

 

Pietro Manfrin